PUBBLICAZIONI

IL LIBRO

Laura Mancuso è la moglie di Angelo D’Arrigo, l’uomo che ha insegnato a volare agli uccelli. È stata la sua compagna di vita e di avventure. Al suo fianco in ogni impresa, in ogni rischio, in ogni successo o delusione. Alla sua morte ha deciso di portare a compimento i suoi sogni e, superando ogni difficoltà burocratica, emotiva e organizzativa, ha riportato a casa Maya e Inca, i due splendidi condor che Angelo voleva reintrodurre nei cieli delle Ande. Un libro intenso, duro, coraggioso, grondante di amore e di fierezza. Perché Laura è rimasta da sola a vivere una vita per due.

I GIUDIZI

"La storia vera delle imprese straordinarie di Angelo d'Arrigo raccontata con amore dalla donna che gli fu accanto. Una storia di coraggio e di avventura, ma soprattutto un esempio di vita."
Piero Angela


"Al di là della suggestione del racconto, questo stupendo libro è un atto di coraggio, e il canto di una donna alla forza della vita. Nella lettera al suo uomo Laura dice: Angelo, in te non vedo il passato, ma il futuro che sgorga dalla tua vita'."
dalla Prefazione di Candido Cannavò

UN BRANO

"Questo è il libro che non avrei voluto mai scrivere. Una storia, la mia storia, di un’esperienza che non avrei mai voluto vivere. Ma è anche il racconto della mia esistenza. Un racconto di successi e di mal di montagna, di passione e di amarezza. Un arcobaleno di emozioni tra le risate e il vento. Ansie e fatiche nel sole cocente del deserto o al freddo pungente dell’Himalaya. Una storia di amore e di coraggio. Di pianti e di onde bianche dell’oceano. Di notti gelide riscaldate dal fuoco e dall’amore. Di mattine finte rischiarate dalle torce frontali. Di amicizia e di rispetto. Di aquile, gru, falchi, poiane, albatros e condor. Poca quiete ma, come diceva Angelo, 'per riposarsi c’è sempre tempo?."

"MESTIERE DI DONNA"

Laura Mancuso stavolta spicca il volo insieme ad altre donne: donne venute in Italia da altri posti nel mondo, generalmente in fuga da vicende di vita difficili e dolorose. S'incontrano nei Centri di Accoglienza: l’autrice, con la delicatezza e solidarietà che la contraddistinguono, si fa raccontare le loro storie strabilianti. Alcune  di queste donne - chi giunte dalla Nigeria,  chi dalla Somalia,   Ecuador, Kurdistan, Costa d'Avorio o Russia - sono riuscite con forza di volontà e indomito spirito positivo a emanciparsi dalla propria triste condizione di provenienza. Altre hanno caparbiamente ottenuto risultati insperati col proprio lavoro.

Laura Mancuso, donna con le ali, esperta di volo libero e campionessa di parapendio, dopo aver dialogato con loro se le attacca a sé e le fa volare con  lei. Da lassù tutto della  vita sulla terra sembra più piccolo e semplice. Il dialogo prosegue. Sollevarsi dalle  difficoltà si trasforma  letteralmente  in un librarsi fisico. E il mestiere di donna si trasforma anche, finalmente, in grande emozione condivisa.

Un libro di confessioni avvincenti e illuminanti, e di  suggestivi scatti fotografici.

 

 

Questo lavoro originale di Laura ci regala, ancora una volta, un messaggio prezioso.Il segnale del coraggio di una vita che trova un modo maturo e intelligente per esprimere la propria personalità, attraverso se stessa, in un rinnovato bisogno di libertà e di ricerca del senso di esistere.Che per Laura, pur dotata di una potente interiorità, non può prescindere dal rapporto con gli altri, dallo scambio di valori e di sensazioni e, naturalmente, dalle forti emozioni del volo.

Ancora una volta il volo assume il senso della metafora della vita, nel saper decidere la propria rotta ma nello stesso momento riuscire a confondere la necessaria razionalità con il desiderio di perdersi nella natura, nel pensiero interiore, nel condividere le emozioni del vivere: qui con altre donne.

Prof. Fiorenzo Galli

 

 

Con “Mestiere di donna”, apre la porta di casa, invita nel suo viaggio esseri speciali, le donne. Un decollo, pochi passi, adrenalina e via in alto, donne del mondo, colorate, consapevoli, meravigliose, orgogliose di essere donne. Come in un film, si animano volti, forme, espressioni, pudore. Si raccontano, narrano storie impegnative, laceranti, private, un mix esplosivo di determinazione e impagabile dolcezza, impegno e coraggio.

Prof. Carmelo Nicosia

"Molto spesso, dopo ogni volo, un pensiero va a chi mi ha regalato un parapendio e lʼarte di governarlo. Per divertirmi, pensavo.

E un giorno, molto tempo dopo, ho capito che conteneva il sogno di una vita."

 

Laura Mancuso

Laura Mancuso

Tel. Ufficio (+39) 095 7805694
(dal lunedì al venerdì dalle 09.45 alle 12.45)
Email: info@lauramancuso.org